QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VERNIO
Oggi 17°21° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
lunedì 18 giugno 2018

Attualità mercoledì 13 dicembre 2017 ore 18:27

Nel 2018 trenta nuove telecamere

Sicurezza, entro primavera vengono installate le prime quindici, le altre nella seconda metà dell'anno. Novità per le piste ciclabili



PRATO — Oltre 30 nuove telecamere per controllare la ciclabile lungo il Bisenzio saranno installate nel corso del 2018. Una risposta concreta che si va ad aggiungere ai molti controlli fatti dalla Polizia Municipale e dalle forze dell'ordine sulle ciclabili cittadini per offrire un puntuale servizio sul territorio. "Le nostre ciclabili, soprattutto lungo il Bisenzio, sono molto frequentate a tutte le ore. Soprattutto la sera per chi va a camminare o correre è importante sentirsi sicuri: una necessità di cui si era fatto portavoce anche il gruppo Libere di correre e alla quale diamo una risposta forte - ha sottolineato ilsindaco Matteo Biffoni. Il progetto Riversibility porterà a una ulteriore riqualificazione di tutta la zona lungo il fiume, integrando i padiglioni anche con la videosorveglianza".

Due i sistemi che entreranno in funzione durante il prossimo anno. Il primo, pronto entro la primavera, riguarda l'installazione di 15 nuove telecamere lungo la sponda destra del Bisenzio, tra ponte Datini e la Stazione centrale. L'altro, che sarà operativo insieme al progetto Riversibility, riguarda l'insallazione di 16 corpi camera tra Santa Lucia a viale Marconi, circa uno ogni chilometro, in corrispondenza dei padiglioni. Si tratterà di telecamere con sensori particolarmente avanzati, con ottima qualità d'immagine sia di giorno sia di notte, con tecnologia a infrarossi. "Il sindaco ci ha indicato tra le priorietà l'installazione di nuove telecamere e con questi due interventi andiamo a coprire una zona molto frequentata soprattutto a piedi - ha spiegato il comandante della Polizia Municipale Andrea Pasquinelli -. In particolare la sinergia con il progetto Riversibility, seguito dall'architetto Silvietti, è anche luogo di sperimentazione di sorveglianza robotizzata".

In attesa di finanziamento infatti è lo sviluppo di due piattaforme robotiche che serviranno per migliorare e facilitare alcuni servizi: "Si tratta di due robot umanoidi progettati in collaborazione con i lavoratori dell'Università Sant'Anna di Pisa - ha spiegato l'archietto Maurizio Silvetti -. I robot saranno utili per la sorveglianza, poiché sono progettati per poter essere teleguidati da remoto da operatori, ma anche per agire autonomamente all'interno del parco fluviale". Strumenti utili non solo per la sicurezza, ma anche per servizi e-gov o per contenere in un vano dedicato kit di pronto soccorso.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

valbisenzio

Cronaca

Cronaca

Attualità