QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VERNIO
Oggi 15°28° 
Domani 20°36° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
sabato 27 agosto 2016

Attualità martedì 15 marzo 2016 ore 17:13

Spara all'ex amico, convalidato l'arresto

E' in cura psichiatrica da tre anni Leonardo Viggiano, il giovane che ha sparato sei colpi di pistola Francesco Collini, ancora gravissimo

PRATO — Il tentato omicidio è avvenuto nella notte fra venerdì e sabato scorsi, in un circolo ricreativo di San Piero a Ponti, una frazione di Campi Bisenzio. La vittima era seduta a tavola con una dozzina di amici che hanno immediatamente riconosciuto il carnefice. Leonardo Viggiano, 24 anni, è stato arrestato a casa sua due ore dopo.

Durante l'interrogatorio di garanzia nel penitenziario di Sollicciano, il ragazzo si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il suo avvocato ha raccontato ai giornalisti di aver provato a lungo a parlare con lui prima dell'interrogatorio ma di aver ricevuto in risposta solo frasi sconnesse, prive di senso compiuto. Inutile quindi far verbalizzare eventuali sue dichiarazioni.

Leonardo Viggiani e Francesco Collini, entrambi 24 anni, si conoscono dal'infanzia ma tre anni fa avevano interrotto i rapporti a seguito di una violenta lite durante una vacanza in Croazia. Da allora Leonardo, isolato dai vecchi amici, si è sempre più chiuso in se stesso. Il suo legale ha riferito che, più o meno da quell'epoca, Viggiano è in cura psichiatrica.

"Dopo quella vacanza Leonardo Viggiano è progressivamente peggiorato - ha spiegato il difensore del giovane, l'avvocato Carlo Giugno - con ritiro socio-relazionale e perdita dei contatti extra-familiari". L'avvocato ha annunciato l'intenzione di chiedere al giudice l'esecuzione di una perizia psichiatrica su Viggiano e un conseguente incidente probatorio.

Nel silenzio e nella solitudine, Leonardo ha così continuato a coltivare un rancore cielo e profondo, un devastante disagio interiore che lo ha portato a procurarsi una pistola scacciacani modificata, a recarsi al circolo e a crivellare di colpi l'ex amico che ora, dopo due interventi chirurgici, lotta fra la vita e la morte alll'ospedale di Careggi.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca