QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VERNIO
Oggi 11°19° 
Domani 23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
domenica 25 settembre 2016

Attualità venerdì 29 gennaio 2016 ore 15:43

Mal'aria, a Prato lo smog è cronico

L'ultimo rapporto di Legambiente colloca la città laniera al secondo posto in Toscana dopo Lucca per la presenza di PM10 nell'aria

PRATO — Non hanno certo aiutato le condizioni meteo che hanno caratterizzato la fine del 2015: temperatura sopra la media, vento assente, alta pressione e nebbia stagnante per giorni sulla piana da Firenze a Pistoia. Un insieme di fattori che ha fatto schizzare lo smog nonostante un quadro generale che per Legambiente si mostra in miglioramento. 

I problemi, però, ci sono e persistono in molte città. A Prato, il rapporto 'Mal'aria'  2016 di Legambiente ha evidenziato 40 sforamenti (fnte: elaborazione Legambiente su dati Arpa o Regioni) nel corso del 2015. Un risultato al di sopra della soglia massima dei 35 all'anno concessi dalla legge. Prima di Prato, tra le toscane, solo Lucca con 52 sforamenti. 

Mettendo in fila i dati che vanno dal 2009 al 2015, Legambiente ha poi individuato le città che soffrono in modo cronico di inquinamento atmosferico dovuto alle polveri sottili. Nel gruppo, che comprende Firenze, Lucca, Prato, Pisa e Pistoia, Prato risulta toccata dal problema smog in 6 anni su 7. 

A fine anno, con il picco degli sforamenti, il Comune aveva imposto il divieto di circolazione per le auto inquinanti e limitazioni all'accensione degli impianti di riscaldamento.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità