comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VERNIO
Oggi 18° 
Domani 19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
mercoledì 08 aprile 2020
corriere tv
Coronavirus, Borrelli: «L'incremento dei nuovi malati è il più basso dal 10 marzo»

Attualità lunedì 23 marzo 2020 ore 15:35

Comune senza negozi e tutti vogliono sconfinare

Cantagallo (Prato)

Per effetto dell'ultimo decreto anti-Covid non si può uscire dal Comune in cui ci si trova. I sindaci di Cantagallo e Carmignano scrivono al prefetto



CANTAGALLO — L'effetto delle misure sempre più restrittive adottate dal governo nella lotta al coronavirus  si è fatto subito sentire a Cantagallo. Nel Comune valbisentino, infatti, non ci sono "supermercati, sportelli bancari, negozi di vendita di articoli per l'agricoltura e per la cura di animali domestici", come ha scritto il sindaco Guglielmo Bongiorno su Facebook. Un problema sottolineato dai tanti cittadini che nelle ultime ore hanno chiesto all'amministrazione comunale se si possono spostare, come sempre, nei vicini comuni di Vaiano e Vernio per comprare generi di prima necessità. 

Proprio per questo, il sindaco ha girato la domanda al prefetto di Prato con una lettera in cui chiede "le opportune indicazioni" da dare ai cittadini. Nell'attesa, scrive sul proprio profilo Facebook il sindaco, l'invito è "solo per motivi urgenti, per cose non reperibili nel nostro comune ed evitando assembramenti, a recarsi negli esercizi dei comuni di VAIANO E VERNIO (supermercati, banca, agrarie, etc...) PIÙ VICINI ALLA PROPRIA ABITAZIONE".

Un problema simile è stato segnalato anche dal sindaco di Carmignano Edoardo Prestanti che, sempre sul social, ha pubblicato la lettera inviata al prefetto e al questore di Prato. In questo caso il disagio è causato dalla presenza di "un'unica struttura commerciale di piccole dimensioni, sita in Seano, impossibilitata a soddisfare le esigenze di tutta la popolazione del Comune (15mila abitanti)". Da qui la richiesta, per evitare assembramenti davanti all'unico negozio già riscontrati dalla polizia municipale, di consentire ai "cittadini di Comeana, Poggio alla Malva, Artimino e Carmignano di potersi recare nelle attività commerciali di generi alimentari di Poggio a Caiano" e "ai cittadini di Seano e Bacchereto di potersi recare negli esercizi commerciali di Poggetto e Poggio a Caiano".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità