Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:15 METEO:VERNIO19°  QuiNews.net
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
martedì 19 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scontri a Roma e assalto alla Cgil, Lamorgese contestata alla Camera

Attualità lunedì 19 aprile 2021 ore 13:00

Nuovo sportello del Difensore Civico a Prato

Nuovo sportello decentrato del Difensore Civico Regionale a Prato

Firmato il protocollo d’intesa tra Presidente della Provincia Puggelli, il sindaco di Prato Matteo Biffoni ed il Difensore regionale Sandro Vannini



PRATO — Stamani il Presidente della Provincia di Prato Francesco Puggelli, il sindaco del Comune di Prato Matteo Biffoni e il Difensore regionale Sandro Vannini hanno firmato il protocollo d’intesa alla presenza di amministratori e rappresentanti istituzionali del territorio, collegati anche da remoto unitamente al Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Antonio Mazzeo, che sta seguendo e supportando questo percorso di decentramento.

“L’azione che sta svolgendo il Difensore civico regionale è particolarmente importante perché rafforza il legame fra cittadini e istituzioni democratiche - spiega Antonio Mazzeo, presidente Consiglio regionale - L’apertura di questa nuova struttura a Prato per permettere ai cittadini di poter usufruire in maniera più semplice e diretta dello strumento dell’Ombudsman va nella direzione di avvicinare sempre di più l’Assemblea legislativa e i suoi organismi ai toscani. È quindi parte integrante del progetto del mio mandato di fare del Consiglio regionale la ‘Casa’ di tutte le cittadine e cittadini della nostra regione così da dare voce anche a chi non ha voce. In quest’ottica il ruolo di Vannini assume un rilievo strategico non solo perché serve a tutelare i cittadini di fronte alla Pubblica Amministrazione, ma anche perché svolge una funzione di continua sollecitazione nei confronti della burocrazia pubblica a migliorare azioni e pratiche e quindi contribuisce a migliorare la qualità della vita dei cittadini. Per questo – conclude il presidente del Consiglio regionale - spero che quest’opera di diffusione degli uffici territoriali, che oggi a Prato raggiunge una nuova tappa, possa ampliarsi a tutte le nostre province”.

Alla sigla della convenzione, presso il Palazzo Banci Buonamici, sede della Provincia di Prato, anche l’assessore comunale per i servizi ai cittadini, Gabriele Bosi e il Consigliere regionale Ilaria Buggetti.

“I cittadini del territorio di Prato – afferma il Difensore Sandro Vannini - adesso potranno rivolgersi allo sportello presso la Provincia per l’inoltro delle istanze. Un servizio utile specialmente per quegli utenti anziani e per quelli sprovvisti di strumenti informatici per la trasmissione di atti e allegati. Le istanze, poi, verranno analizzate dai funzionari regionali dell’Ufficio del Difensore ed i cittadini troveranno piena assistenza per la risoluzione dei problemi evidenziati. Dalle bollette pazze al malfunzionamento delle linee telefoniche, dall’assenza di connessione Internet alla conflittualità in ambito sanitario, queste le principali istanze giunte nell’ultimo anno presso gli Uffici del Difensore civico regionale”.

Nel 2020 sono state oltre 2.300 le istanze presentante al Difensore Civico regionale. Da gennaio a marzo di questo 2021 la media delle richieste ricevute da tutto il territorio regionale superano le 250 al mese.

Un servizio di prossimità voluto per semplificare la vita alla gente e che tutela i diritti dei cittadini.

Ridurre le distanze tra cittadini e le Istituzione, questo è lo spirito che alimenta l’apertura di nuovi sportelli del Difensore Civico.

Ilaria Buggetti, presidente commissione Sviluppo economico in Consiglio Regionale ha contribuito fattivamente all’apertura dello sportello del Difensore Civico a Prato. "In consiglio regionale ho avuto modo di apprezzare il grande lavoro svolto dal Difensore civico toscano che ha portato anche all’apertura di alcuni sportelli nei territori provinciali a riprova del fatto che si tratta di una figura preziosa per la tutela dei cittadini e dei loro diritti. È perciò importante avere un presidio in più sul nostro territorio, per il quale mi sono spesa in prima persona, che dia delle risposte in maniera gratuita alle persone riguardo ai problemi che possono sorgere nei rapporti con la pubblica amministrazione o i gestori dei pubblici servizi”.

"Questa iniziativa ha in sé un grande pregio: è un modo per essere più vicino ai cittadini, tramite un servizio di prossimità che migliora e rende più fluido il rapporto tra le persone e le istituzioni, in un'ottica democratica e di partecipazione, garantendo facilità di accesso ai servizi di tutela di competenza del Difensore civico regionale" afferma il presidente della Provincia Francesco Puggelli.

Soddisfatto anche il sindaco di Prato Matteo Biffoni: “La tutela dei cittadini diventa sempre più di prossimità, con la possibilità di rivolgersi al Difensore civico direttamente nella propria città. I servizi che Prato offre sono moltissimi, da oggi si aggiunge anche questo importante sportello al polo funzionale multi ente”.

Nuovo sportello decentrato del Difensore Civico Regionale a Prato
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus. I dati diffusi da Regione e Asl Centro fotografano l'andamento dell'epidemia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

CORONAVIRUS