Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:16 METEO:VERNIO15°  QuiNews.net
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
mercoledì 21 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità sabato 03 aprile 2021 ore 13:17

Le vaccinazioni anti Covid mettono il turbo

vaccini Covid

Da domani, Pasqua, nei poli vaccinali come la Cattedrale pistoiese, la Filanda a Pescia e il Creaf a Prato si vaccinerà con orari più lunghi



PISTOIA / PRATO — Da domani le vaccinazioni anti Covid-19 mettono il turbo: nel polo vaccinale della Cattedrale a Pistoia e in quello del Creaf a Prato, così come in tutta la Asl Centro, i turni raddoppiano con somministrazioni no-stop mattino, pomeriggio e sera con orario continuato dalle 7,30 alle 22,30 per un totale di 15 ore al giorno almeno fino al 7 aprile.

Alla Cattedrale di via Pertini a Pistoia le somministrazioni saranno di 1.080 al giorno a partire da domani, e salgono a 210 quelle nell'Hub La Filanda presso l'ospedale di Pescia dove, invece, l'orario è dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 19. 

Al centro di Prato Pegaso2 Creaf i turni saranno di 5 ore consecutive al fine di somministrare 1.080 dosi giornaliere. In particolare l’ingresso alla struttura per la vaccinazione con Astrazeneca è previsto da via Galcianese, le persone addette all’accoglienza provvederanno a far defluire gli accessi all’interno dell’hub in sala di attesa (a disposizione 70 posti). Una volta espletata la vaccinazione e trascorso il tempo di osservazione, le persone potranno uscire da via Dossetti.

L'azienda sanitaria prevede un incremento dell’attività vaccinale con la somministrazione complessiva di 6.150 dosi giornaliere suddivise tra vaccino AstraZeneca e Moderna. Il primo, che ha mutato nome in Vaxzevria su richiesta dei produttori, è riservato ai cittadini nati dal 1941 al 1951; forze armate e di polizia; personale scolastico e universitario, docente e non docente (purché in servizio). Il vaccino Moderna è invece destinato alle persone con gravi patologie (oncologiche, autoimmuni e con immunodeficienze primitive, con malattie neurologiche, trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche), che sono state contattate direttamente dalla struttura sanitaria.

Nella nuova organizzazione il personale addetto alla vaccinazione, alla fase di registrazione ed anamnesi è stato aumentato. Le squadre per la somministrazione delle dosi sono composte da un medico, un infermiere ed un assistente sanitaria, con il supporto dei tecnici della prevenzione, amministrativi personale di vigilanza. Fondamentale il contributo del Volontariato che ha dato la propria disponibilità mettendo a disposizione centinaia di volontari anche nei giorni festivi.

Per evitare assembramenti, l’Azienda raccomanda di presentarsi dieci minuti prima dell’appuntamento e di rispettare l’orario in modo da garantire una corretta organizzazione dell’attività vaccinale. Soltanto le persone che hanno difficoltà di deambulazione o soggetti fragili possono essere accompagnate all’interno della struttura. Sempre per agevolare le procedure si raccomanda di presentarsi già muniti del modulo anamnestico compilato scaricabile anche dal sito della Asl.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel territorio provinciale le persone che hanno perso la vita dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono adesso 485, i positivi vicini a ventimila
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità