Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:16 METEO:VERNIO15°  QuiNews.net
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
mercoledì 21 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità sabato 06 marzo 2021 ore 18:54

Prato resta arancione ma vieta gli stazionamenti

Sul fronte della lotta al Covid il sindaco ha firmato due ordinanze: una vieta di stazionare in 16 vie del centro, l'altra chiude alcuni spazi gioco



PRATO — Da lunedì Prato resta in zona arancione e anche le scuole del territorio resteranno aperte. Sul fronte della lotta al Covid, però, il sindaco ha firmato oggi due ordinanze: la prima vieta  stazionamenti in 16 vie del centro negli orari di maggiore affluenza, con l'obiettivo di prevenire assembramenti. La seconda prevede la chiusura di alcuni spazi gioco particolarmente frequentati.

"Questa è l'ultima occasione, è bene sia chiaro a tutti: se i dati non migliorano dovremo prendere provvedimenti drastici di chiusura e non mi riferisco solo alle scuole, perché non ha senso lasciare gli studenti a casa e tutto il resto aperto - commenta Biffoni -. Aumenteranno i controlli ma deve aumentare il senso di responsabilità di ciascuno, altrimenti non se ne esce. E le conseguenze continueranno a ricadere sulla salute e sul lavoro, due beni a cui credo teniamo tutti".

L'ordinanza prevede il divieto di stazionare a piedi o anche su veicoli non chiusi, come ad esempio velocipedi, ciclomotori e biciclette e simili. Il divieto si applica nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle 16 alle  20 nelle seguenti vie e piazze del Comune di Prato:

Via Pugliesi, Via dell’Accademia, Via Giuseppe Garibaldi, Via Settesoldi, Via dei Lanaioli, Via dei Sei, Via dei Cimatori, Vicolo Inghirami, Via Buonconti, Via Verdi, Via Cesare Guasti, Via Firenzuola, Corso Mazzoni, Via Ricasoli, Via Cairoli, Via Santa Trinita.

È comunque fatta salva la possibilità di attraversamento per l'accesso e deflusso agli esercizi pubblici legittimamente aperti e alle abitazioni private.

L'ordinanza fino alle 20 del 27 Marzo. La violazione dei divieti prevede sanzioni amministrative da 400 a mille euro.

Una seconda ordinanza prevede inoltre la chiusura di alcuni spazi gioco cittadini particolarmente frequentati: il parco Giocagiò, il playground di via Vulcano e il playground di via Colombo, dalle 7 di domenica 7 Marzo fino alle 24 di domenica 14 Marzo, con possibilità di proroga in base all'andamento dei contagi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel territorio provinciale le persone che hanno perso la vita dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono adesso 485, i positivi vicini a ventimila
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità