QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VERNIO
Oggi 19° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
lunedì 12 novembre 2018

Cronaca martedì 06 novembre 2018 ore 17:15

Ossa trovate sulla A1, sono di una donna scomparsa

La donna abitava a Prato e dal 2003 non se ne avevano più notizie. Dopo l'esame del dna, la procura indaga per omicidio e occultamento di cadavere



FIRENZE — E' stata identificata la persona a cui appartengono le ossa scarnificate ritrovate nel 2006 in alcuni sacchi abbandonati in una piazzola dell'autostrada A1, poco dopo il casello di Barberino di Mugello. Sono di una donna di 32 anni, residente a Prato ma di origine marocchina, Imane Laloua, scomparsa dal settembre 2003. 

La madre della giovane, in questi anni, non si era mai rassegnata a non avere più notizie della figlia e ha continuato a chiedere alle autorità di indagare sulla sua sparizione. Finalmente, quindici anni dopo il giorno in cui Imane varcò per l'ultima volta la porta di casa sua, l'esame del dna, chiesto nei mesi scorsi dalla procura di Firenze sui resti trovati a Barberino, ha chiarito che la 31enne non è più in vita, aprendo terribili interrogativi sulle sue ultime ore di vita e le cause della sua morte.  

Alla luce degli accertamenti che hanno consentito l'identificazione della vittima, la procura di Firenze ora indaga per omicidio volontario e occultamento di cadavere e chiede a chiunque abbia informazioni utili su Imane di farsi avanti.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca