QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VERNIO
Oggi 17°24° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
mercoledì 15 agosto 2018

Attualità martedì 24 aprile 2018 ore 13:40

La linea Bologna-Prato sarà potenziata

Interventi su gallerie, piano binari, linea di alimentazione elettrica, sistemi di circolazione e stazioni. Fine lavori a marzo 2022



FIRENZE — Partiranno a ottobre i lavori sulla linea Bologna – Prato, cuore del Corridoio europeo Scandinavia – Mediterraneo, per adeguarne le caratteristiche agli standard previsti dalla rete europea per il traffico delle merci e che potenzierà anche l'intera infrastruttura per il servizio passeggeri.

Rete Ferroviaria Italiana, Regione Emilia Romagna e Regione Toscana hanno siglato un Protocollo d’intesa che definisce articolazione degli interventi, cronoprogramma e attività di monitoraggio per tutta la durata dei lavori.

Per consentire il passaggio dei treni adibiti al trasporto di semirimorchi e dell’autostrada viaggiante, oltre ai container High Cube, RFI amplierà la “sagoma” della linea secondo i requisiti per l’interoperabilità.

Gli interventi riguarderanno sia l’infrastruttura – binari, linea di contatto, gallerie – sia gli impianti tecnologici. Contestualmente saranno eseguiti lavori di miglioramento dell’accessibilità nelle stazioni.

L’attività più complessa sarà quella di allargamento della sezione utile di circa 20 km di gallerie.

Saranno eseguiti anche lavori di miglioramento dell’accessibilità nelle stazioni di Pianoro, Monzuno, Grizzana, San Benedetto Val di Sambro Vernio e Vaiano.

In particolare saranno alzati i marciapiedi dei binari per facilitare l’accesso ai treni, realizzati percorsi tattili a terra per ipovedenti, installati gli ascensori e riqualificato il fabbricato viaggiatori.

Le stazioni di Monzuno e Vaiano, inoltre, saranno attrezzate per permettere la gestione di treni merci lunghi fino a 750 metri.

Il cantiere, il cui avvio è previsto a ottobre 2018, avrà una durata di tre anni e mezzo.

RFI, Regione Emilia Romagna, Regione Toscana e imprese ferroviarie stanno predisponendo il nuovo orario ferroviario che sarà in vigore sulla linea durante i lavori. Il servizio ferroviario sarà integrato da autobus.

Il modello individuato prevede da lunedì a venerdì, nella tratta interessata dall’intervento principale, la circolazione a binario unico dalle 00.01 alle 9.30 e dalle 16.30 alle 24.00 e la sospensione totale del traffico dalle 9.30 alle 16.30. Sul resto della linea, per consentire attività propedeutiche/di completamento, il traffico ferroviario verrà invece sospeso su entrambi i binari dalle 9.30 alle 13.30 e su un solo binario dalle ore 13.30 alle ore 14.30. In questo modo sarà garantita la mobilità su ferro nelle fasce pendolari e il servizio notturno, senza deviazione su percorsi alternativi, dei treni a lunga percorrenza e merci.

Complessivamente, nei giorni feriali escluso il sabato, sarà garantito il 90% dei treni regionali nelle fasce pendolari e sarà possibile far circolare il 65% dei treni a lunga percorrenza (il 100% in fascia notturna). La continuità del traffico merci sarà garantita in parte con l’utilizzo di percorsi alternativi, in parte sulla stessa linea Bologna – Prato in orario notturno.

Il mantenimento di questo livello di offerta renderà indispensabile, dalle 9.30 del sabato alle 16.30 della domenica per tutta la durata del cantiere, la sospensione totale del traffico ferroviario fra Pianoro e Prato



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Attualità