Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VERNIO19°30°  QuiNews.net
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Cronaca venerdì 03 dicembre 2021 ore 15:27

Nelle bische clandestine senza green pass

bisca

E' stata la guardia di finanza pratese a scovare due locali riconvertiti a sale gioco clandestine, uno in una ex ludoteca. Multe fino a 450mila euro



PRATO — Due bische clandestine, una con giochi d'azzardo anche su piattaforma online estera e l'altra per il mahjong: le ha individuate a Prato la guardia di finanza nel corso di due distinti controlli in locali in uso a persone di origine cinese. Registrati come associazioni, erano stati di fatto riconvertiti in sale gioco abusive in cui per altro non erano osservate le norme anti Covid-19 come la verifica del green pass.

Il primo intervento è stato eseguito presso un circolo di Prato in precedenza adibito allo svolgimento di attività ludico-ricreative per l’infanzia, poi chiuso in ragione dell’emergenza sanitaria. Qui in una stanza i banchi scolastici erano stati accatastati in un cantuccio per fare spazio a un’area perfettamente approntata per i giochi d’azzardo: roulette, Black Jack e Baccarat, tutto tramite l’accesso abusivo ad una piattaforma online estera non monitorata dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Otto scrivanie, ciascuna dotata di computer, erano state allestite intorno a una postazione principale adibita tramite un server alla gestione e alla riscossione delle giocate effettuate. Le attrezzature informatiche, sequestrate, sottoposte a perizia hanno confermato le ipotesi: al loro interno erano installati software per la navigazione anonima e per l’accesso a piattaforme di gioco non monitorate.

Nei confronti della titolare dell’esercizio, una 32enne cinese, sono state elevate sanzioni amministrative per un importo compreso tra 45mila e 450mila euro. A quel punto gli esiti del controllo sono stati condivisi con la polizia municipale, che ha sanzionato l'associazione anche per la mancanza delle autorizzazioni.

Ma è stato da lì, con la Municipale, che i Finanzieri hanno sviluppato l'altra indagine che ha portato a individuare un’altra casa di gioco irregolare in locali formalmente in uso a un circolo ricreativo. Qui Baschi Verdi hanno sorpreso 5 avventori intenti a giocare a Mahjong. Hanno goffamente tentato di nascondere il denaro sul tavolo, senza successo.

L’intervento, avviato nella tarda serata e protrattosi fino alle prime ore del mattino, si è concluso con il sequestro degli strumenti di gioco e di circa 8mila euro in contanti, nonché con la denuncia per esercizio e partecipazione a giochi d’azzardo a carico della giovane cinese che gestiva la bisca e dei 5 giocatori, suoi connazionali.

Non solo: due di loro sono stati inoltre segnalati per la mancanza del permesso di soggiorno e per inottemperanza all’ordine di espulsione in precedenza emesso dalla questura. Ulteriori sanzioni sono state elevate anche in materia di green pass, di cui uno solo era provvisto. E' stata inoltre avanzata alla prefettura la proposta di sospensione dell’attività.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Era la fine di Luglio quando in due aggredirono un imprenditore picchiandolo fino a farlo finire in ospedale. Il bottino? 2.000 euro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca