QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VERNIO
Oggi 16°30° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
giovedì 18 luglio 2019

Cronaca venerdì 19 aprile 2019 ore 09:56

Diecimila euro di multe in quattro ore

Controlli straordinari del reparto territoriale. Emesso un Daspo urbano. Una persona denunciata per porto abusivo di oggetti atti ad offendere



PRATO — Controllo straordinario del Reparto Territoriale. Lunedì pomeriggio due pattuglie hanno eseguito dei controlli mirati e in circa quattro ore hanno elevato verbali per quasi 10mila euro, emesso un provvedimento di Daspo urbano e denunciato un cittadino cinese per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

La prima pattuglia, in borghese, ha concentrato la propria attività sul controllo degli automobilisti che facevano uso del cellulare durante la guida. Sei conducenti sono stati multati e gli sono stati decurtati 5 punti dalla patente. Fra i veicoli fermati, due conducenti non indossavano inoltre le cinture di sicurezza ed un veicolo non aveva effettuato la prevista revisione periodica.

Gli agenti, durante i controlli, hanno notato un bivacco all’interno dei giardini di via Rai emettendo un Daspo urbano nei confronti di una persona che aveva occupato le panchine limitando  il libero godimento del giardino.

La seconda pattuglia ha invece eseguito un controllo mirato in zona Macrolotto sui veicoli che in apparenza sembrano biciclette a pedalata assistita, ma che sono ciclomotori a tutti gli effetti. Sono state due le biciclette individuate dalla pattuglia con le caratteristiche tecniche dei ciclomotori. I conducenti sono stati sanzionati pesantemente: 868 euro per la mancata copertura assicurativa (art. 193) e sequestro del mezzo per la successiva confisca; 431 euro per la mancata immatricolazione del veicolo (art. 93) e 83 euro per il mancato uso del casco. Inoltre, entrambi i conducenti, essendo sprovvisti della patente di guida, sono stati sanzionati per ulteriori 5.110 euro (art. 116).

Durante il controllo del secondo veicolo, gli agenti hanno anche notato che, da sotto la sella della bicicletta, sporgeva l’impugnatura di una spranga di ferro inserita all’interno del telaio che, estratta, è risultata avere una lunghezza di 70 cm. Il conducente è stato, quindi, denunciato all’Autorità giudiziaria per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

I controlli continueranno anche nelle prossime settimane, in particolare contro l'uso del cellulare alla guida. "Questa cattiva abitudine  - sottolinea la nota del Comune- è talmente radicata, soprattutto fra i conducenti più giovani, che gli stessi soggetti multati, resisi conto della pericolosità del loro comportamento, hanno manifestato apprezzamento nei confronti della pattuglia per il servizio svolto.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca