Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:56 METEO:VERNIO19°  QuiNews.net
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
martedì 19 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Cronaca sabato 18 settembre 2021 ore 09:16

Nella morsa dei topi d'auto, denunce e arresti

Residenti esasperati e forze dell'ordine in azione a caccia dei colpevoli, nel giro di poche ore due arresti per i furti sulle automobili in sosta



PRATO — Un venerdì 17 molto movimentato a Prato dove alcuni residenti si sono svegliati con la brutta sorpresa di trovare sotto casa i finestrini rotti e le auto svaligiate mentre le forze dell'ordine hanno messo a segno il fermo di due topi d'auto.

Nuove denunce sono state presentate venerdì mattina da parte di residenti che hanno trovato le loro automobili danneggiate, con i vetri laterali spaccati e gli abitacoli svaligiati. Il tam tam sui gruppi whatsapp di vicinato e sui social ha fatto salire la tensione per un fenomeno che ha registrato numerosi episodi tra Agosto e Settembre

La raffica di finestrini rotti ha interessato varie zone di Prato e diverse auto per ogni raid, i residenti nel denunciare l'accaduto hanno sottolineato come la refurtiva ammontasse a "pochi spiccioli" rispetto al danno subito dal veicolo "centinaia di euro per la riparazione del vetro" ed ancora "il tempo perso in carrozzeria" ed in alcuni casi "l'attesa del perito fino ad oltre 15 giorni".

Due arresti in poche ore.

Nella stessa giornata la Questura di Prato ha reso noto che un poliziotto, libero dal servizio, ha individuato all'esterno di un'auto un giovane cittadino del Pakistan, più volte da lui stesso denunciato per furti sulle vetture in sosta. L'agente ha chiesto rinforzi ma il giovane che lo ha a sua volta riconosciuto lo ha aggredito a calci e pugni prima di essere arrestato.

All'opera in questo venerdì 17 anche i carabinieri che a Jolo hanno fermato un italiano di 40 anni, residente da anni a Prato che dall'analisi dei circuiti di videosorveglianza, è risultato coinvolto in 7 furti denunciati in varie zone di Prato tra Agosto e Settembre. Il bottino preferito dell'uomo sono stati gli occhiali da sole che l'uomo individuava negli abitacoli esplorandoli di notte con una torcia elettrica per poi effettuare la spaccata ed il furto. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus. I dati diffusi da Regione e Asl Centro fotografano l'andamento dell'epidemia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità