Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:36 METEO:VERNIO18°29°  QuiNews.net
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
lunedì 14 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
M5s, Conte: «Cambierà il linguaggio, per me onorevoli non è una parola diffamatoria»

Attualità giovedì 13 maggio 2021 ore 18:31

Il primo mercato coperto della città

Taglio del nastro di Terra di Prato al Macrolotto Zero, spazio per prodotti agricoli e artigianali di filiera corta. Due appuntamenti a settimana



PRATO — Oggi è stato inaugurato il mercato agricolo di filiera corta "Terra di Prato" nel nuovo spazio commerciale di 900 metri quadrati al coperto realizzato nell'ex fabbrica Forti in via Umberto Giordano, realizzato dall'associazione Terra di Prato e promosso dagli assessorati alle Attività produttive e all'Urbanistica del Comune di Prato. 

A tagliare il nastro sono stati il sindaco Matteo Biffoni, l'assessore all'Urbanistica Valerio Barberis, l'assessore alle Attività produttive Benedetta Squittieri e il presidente dell'associazione Terra di Prato Fabio Cocciardi. Erano presenti anche i progettisti che hanno realizzato il recupero dell'immobile nel cuore del Macrolotto Zero, Michela Brachi, Massimo Fabbri, Alessandro Pazzagli e Francesco Caporaso, mentre per la parte commerciale c'erano Simona Fedi e Sabina Monzoni. Molte le persone che hanno partecipato all'evento e che sono uscite dal mercato con le buste della spesa, acquistando pane, pasta fresca, frutta e verdura.

Qui si incrociano i due progetti strategici dell'Amministrazione comunale: il Piano di Innovazione Urbana del Macrolotto Zero, cofinanziato da Comune e Regione Toscana con 8 milioni di euro per riportare funzioni e spazi pubblici nei 44 ettari di aree private tra via Pistoiese e via Filzi, e Prato Urban Jungle, il piano di forestazione urbana per rendere più verde la città, che qui vedrà uno dei suoi progetti pilota, la "Fabbrica dell'aria" più grande d'Italia, realizzata da Pnat in collaborazione con il Comune di Prato, con un finanziamento di 3 milioni di euro. Il progetto è quasi alla fase esecutiva e sarà avviato entro l'anno .

Il nuovo mercato coperto si presenta come una vetrina di prodotti agricoli e artigianali del nostro territorio, con 20 banchi di frutta, verdura, pane, formaggi, vino di Carmignano e molto altro, tutti di aziende pratesi o della provincia e zone limitrofe. Due gli appuntamenti settimanali, il martedì e il giovedì dalle 7.30 alle 14, che si aggiungono a quello classico del sabato mattina in piazza del Mercato Nuovo. Ma c'è un'altra novità: ci sarà anche un banco dedicato allo street food di qualità con piatti pronti preparati con specialità del territorio, come ad esempio la mortadella di Prato, il pane, la birra artigianale e vari presidi gastronomici, che rappresentano un modo alternativo per fare colazione o pranzare mentre si fa la spesa o ad esempio all'uscita da scuola. Per la consumazione si potranno utilizzare i tavolini che saranno posti fuori dalla struttura, in osservanza alle normative Covid attualmente vigenti per la somministrazione.

Il mercato coperto sarà un bel modo per inaugurare l'immobile dell'ex follatura Forti in via Umberto Giordano, dopo essere stato ristrutturato e riqualificato per essere fruibile da tutta la città e riportare delle funzioni pubbliche nel Macrolotto Zero.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per anni è stato direttore dell’oncologia pratese. Il ricordo dei colleghi: "Punto di riferimento importante per la ricerca"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca