Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:02 METEO:VERNIO13°  QuiNews.net
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Amadeus e gli ascolti del Festival: «C'è la concorrenza del calcio e poi il Paese è come se vivesse una guerra»

Cronaca lunedì 25 gennaio 2021 ore 14:56

Sostegni Covid all'impresa dove però si lavorava

guardia di finanza

La Finanza ha denunciato due persone per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato dopo investigazioni documentali e appostamenti



PRATO — Incassavano sostegni all'impresa senza averne titolo: questa l'accusa sulla cui base la guardia di finanza di Prato ha denunciato due persone, soci di uno studio che avrebbe attestato la sospensione dell'attività lavorativa mentre i dipendenti continuavano a prestare la loro opera, in remoto o no, regolarmente.

L'azienda, secondo quanto ricostruito nelle indagini, avrebbe attestato la sospensione dell'attività lavorativa nella prima fase dell'emergenza epidemiologica, richiedendo l'accesso al fondo per i propri dipendenti. Ciò avrebbe generato un credito di imposta. Solo che i dipendenti stavano  lavorando come sempre e venivano regolarmente pagati, benché con importo ridotto.

Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno esaminato la documentazione contabile e migliaia di email ed altre comunicazioni scambiate in seno all'azienda, poi il ricorso a sopralluoghi ed appostamenti ad hoc nonché l'esame dei tabulati telefonici hanno fatto il resto. I due soci dello studio sono stati denunciati per il reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca