Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:VERNIO15°  QuiNews.net
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
martedì 20 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Anche i bambini in Kenya ballano scatenati «Tuta gold» di Mahmood

Cronaca lunedì 12 febbraio 2024 ore 18:50

Nell'albergo si paga in contanti, è tutto abusivo

polizia municipale

Malgrado la totale assenza di autorizzazioni, l'attività esponeva anche l'insegna all'esterno. E' stata chiusa con tanto di sigilli



PRATO — Si articolava in otto camere su due edifici l'albergo totalmente abusivo scovato a Prato dalla polizia municipale che vi ha apposto i sigilli. La struttura faceva capo a una donna di 50 anni che, dopo aver preso in affitto i due immobili, vi aveva allestito l'attività senza alcun titolo autorizzativo. 

Malgrado tutto ciò, non aveva mancato di installare all'esterno della struttura l'insegna di affittacamere, gestita con un'unica reception per entrambi gli stabili. Le stanze costavano fra i 50 e i 60 euro a notte, tutto in contanti e senza alcuna documentazione fiscale e contabile.

La Municipale teneva d'occhio la struttura già dall'estate dell'anno scorso, con accertamenti avviati dopo che un controllo aveva rivelato quella nuova e del tutto ignota attività. Da lì il via ai sopralluoghi, in cui la 50enne non era mai stata trovata in presenza. E' stata quindi rintracciata personalmente per le necessarie notifiche, e per individuarla la polizia commerciale ha avuto il suo bel da fare.

Oltre alla contestazione della sanzione di 2.000 euro era stato avviato il procedimento amministrativo con invito alla conformazione della struttura e contestuale sospensione. Alla scadenza dei termini, non avendo ricevuto alcuna notizia dall’impresa, il Comune ha emesso un'ordinanza di chiusura immediata, disattesa dalla proprietà e per questo sanzionata dagli agenti della Municipale.

In ultimo era stata emessa la diffida ad ottemperare all’ordinanza con ordine di chiusura con apposizione di sigilli, anche quest’ultima ignorata. E allora i sigilli sono scattati per davvero. Durante le operazioni di accertamento due delle camere erano utilizzate da ospiti che hanno dovuto immediatamente lasciare i locali per consentire l’esecuzione della chiusura coattiva. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato investito da un veicolo che lo ha spinto contro il muro. Malgrado l'intervento dei soccorritori per lui non c'è stato nulla da fare
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca