QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VERNIO
Oggi 7° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
lunedì 27 gennaio 2020

Attualità lunedì 09 dicembre 2019 ore 12:17

Terremoto, nessun danno ai ponti e alle strade

Prosegue l'allerta nel Mugello. Nella palestra di Barberino un centro di accoglienza da cento posti. Danni ad alcune chiese nel pratese



BARBERINO DI MUGELLO — Lievi scosse di terremoto continuano ad attraversare il sottosuolo del Mugello dopo la grande paura della notte scorsa provocata dal sisma di magnitudo 4.5, preceduto e seguito da altre scosse di magnitudo superiore a 3.

Sono in corso le verifiche sulla stabilità degli edifici, dei ponti e dei viadotti nei Comuni di Barberino di Mugello, Scarperia e San Piero a Sieve. Il punto è stato fatto nel corso di una riunione che si è tenuta al Centro operativo comunale di Barberino fra il presidente della Regione, Enrico Rossi, l'assessore alla protezione civile, Federica Fratoni, il personale Protezione civile regionale e della Città Metropolitana, sindaci del territorio, la prefetta laura Lega, i Vigili del fuoco e le Forze dell'ordine. Presente anche il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani.

Tre le decisioni prese al tavolo: l'allestimento nella palestra di Barberino di un centro di accoglienza in grado di ospitare almeno cento  persone nel caso in cui dovessero verificarsi nuove scosse di forte intensità.

Al contempo la Protezione civile è attivata per effettuare sopralluoghi nell'area camper di Bilancino, dove eventualmente allestire un campo base con altri posti ancora. La Regione ha dato mandato alla Asl di verificare la possibilità che le residenze sanitarie assistite della zona possano accogliere anziani e malati allettati.

I primi controlli sulla viabilità provinciale hanno comunque escluso danni ai ponti principali. Così come non si registrano danni alla diga di Bilancino.

Tra poche ore sarà attivo un numero di telefono attivato dalla Città metropolitana per le persone che vogliono informazioni anche in merito all'eventuale necessità di lasciare le abitazioni o per sapere quando rientrare se sono già fuori.

La Diocesi di Prato ha reso noto di aver attivare accertamenti su chiese e parrocchie del territorio più vicine all'epicentro del sisma. Alcuni edifici religiosi hanno riportato lievi danni, come a Vaiano, nella badia di San Salvatore, dove sono caduti pezzi di intonaco nella navata destra, e nell'antica badia di Montepiano dove è stata riscontrata una spaccatura nell'amgolo dove è collocato il fonte battesimale e alcuni calcinacci sono caduti in prossimità dell'abside. Pezzi di intonaco sono caduti a terra anche nalla chiesa di San Michele a Luicciana. In via di valutazione l'antica pieve di Montecuccoli, a Barberino di Mugello, amministratata dalla diocesi pratese.



Tag

Regionali, Borgonzoni padre: 'Non mi dispiace per mia figlia'

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità