Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:50 METEO:VERNIO18°34°  QuiNews.net
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«È la mia ragazza», il coming out di Lucilla Boari

Attualità giovedì 22 luglio 2021 ore 16:24

Niente sicurezza anti-Covid tra gli operai a nero

Un imprenditore è stato arrestato dai carabinieri perché impiegava operai a nero e clandestini che lavoravano e dormivano nella tintoria



POGGIO A CAIANO — Un imprenditore tessile di 55 anni è stato arrestato dai carabinieri di Poggio a Caiano per manodopera irregolare e per le precarie condizioni igienico-sanitarie della sua azienda e dei locali adibiti a dormitorio.

I militari hanno effettuato nei giorni scorsi dei controlli interforze assieme alla Municipale, personale dell’Asl e Carabinieri Forestali, nei quali hanno controllato una tintoria. Al termine del controllo i militari hanno arrestato il 55enne gestore della ditta per impiego della manodopera clandestina. 

All'interno della ditta stavano lavorando due persone di origini cinesi, entrambe clandestine sul territorio nazionale ed è stato avviato l’iter per l’eventuale espulsione. 

I carabinieri hanno elevato una sanzione amministrativa di oltre 10.000 euro e la sospensione dell’attività. 

I Carabinieri forestali hanno inoltre contestato la mancata adozione dei protocolli aziendali finalizzati a contrasto e contenimento Covid-19.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ieri si erano registrati 40 nuovi positivi a livello provinciale, e oggi nel solo capoluogo i casi in più sono 47. Ecco i dati della corsa del virus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità