QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VERNIO
Oggi 15°22° 
Domani 16°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valbisenzio, Cronaca, Sport, Notizie Locali valbisenzio
giovedì 18 luglio 2019

Cronaca venerdì 10 maggio 2019 ore 15:50

Figlio dall'allievo, gravidanza usata per ricatto

Il Tribunale del Riesame: la donna di 31 anni si era innamorata del quindicenne a cui dava lezioni di inglese ed è rimasta incinta per trattenerlo



PRATO — La gravidanza dell'infermiera di 31 anni accusata di violenza sessuale nei confronti di un quindicenne a cui dava lezioni di inglese sarebbe stata "cercata" al fine di incastrare il ragazzo. Secondo il Tribunale del Riesame, il figlio nato nell'agosto scorso sarebbe stato "usato come strumento di ricatto" per proseguire la relazione. Questo emerge dalle motivazioni del provvedimento che ha rigettato la richiesta di revoca degli arresti domiciliari per la donna, disposti a marzo dal gip (vedi qui sotto gli articoli collegati).

I giudici del Riesame hanno definito la 31enne "una manipolatrice" oltre a sottolineare come evidente il fatto che i rapporti sessuali sono iniziati quando il ragazzino aveva meno di 14 anni, particolare che ha fatto scattare l'imputazione di violenza sessuale.

Le indagini sono scattate a seguito della denuncia presentata dalla famiglia del ragazzo. Il test del dna eseguito sul neonato ne ha certificato la paternità.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca